• 2004

DECRETO SANZIONATORIO: GRANDE RISULTATO DEL CONSORZIO DEL PARMIGIANO REGGIANO

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale arriva alla conclusione un iter tormentato
Colmate importanti lacune normative per offrire maggiori garanzie ai prodotti Dop ed ai consumatori


Reggio Emilia, 16 dicembre 2004 - Il Decreto che stabilisce le sanzioni per la mancata applicazione delle norme sui prodotti DOP e IGP, approvato il 28 ottobre dal Consiglio dei Ministri, è stato pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale. Con questo atto si chiude il tormentato iter del cosiddetto "decreto sanzionatorio", già approvato a luglio, ma rimandato al Consiglio di ministri dal Capo dello Stato per eccesso di delega e quindi definitivamente approvato a fine ottobre ed oggi pubblicato.
"Esprimiamo grandissima soddisfazione - dichiara Andrea Bonati, presidente del Consorzio - per la definitiva pubblicazione del Decreto, atteso da tempo; il nostro ente si è impegnato attivamente, a tutti i livelli istituzionali, per evidenziare la necessità e l'urgenza di questa normativa. È quindi una grande vittoria della nostra azione, per la quale abbiamo chiesto ed ottenuto l'appoggio di tutto il mondo delle organizzazioni ed associazioni. Recentemente, in occasione del convegno di chiusura del 70° del Consorzio, il ministro Giovanni Alemanno, a cui rinnoviamo il nostro ringraziamento, aveva preso precisi impegni in proposito. Inoltre, anche il ministro Carlo Giovanardi, che ringraziamo, nel corso di recenti incontri si è impegnato a fornire il suo contributo per condurre in porto un decreto che aveva subito troppi ritardi".
Con questo provvedimento, che colma importanti lacune normative, anche la legislazione italiana potrà prevedere una specifica norma sanzionatoria relativa al Regolamento CEE 2081/92 sulle Denominazioni d'Origine. Il Decreto regolamenterà le sanzioni sia per i casi di uso non corretto delle DOP, sia per le imitazioni scorrette dei nomi o dei marchi protetti, contrastando così più efficacemente i casi di agro-pirateria, a garanzia dei consumatori.
Recentemente, in più occasioni, il Consorzio ha evidenziato che il rapporto con le istituzioni è indispensabile per avere un quadro normativo certo. "Il nostro ente di tutela e tutto il sistema produttivo del Parmigiano Reggiano - conclude Bonati - deve cogliere l'occasione dalla pubblicazione di questo decreto sia per continuare la strada del rigore intrapresa fin dalla fondazione del Consorzio, sia per sviluppare il raccordo con le istituzioni per una più coordinata ed efficace gestione delle Dop lattiero casearie".

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette