• 2006

IL CONSORZIO DEL PARMIGIANO REGGIANO: LA RIFORMA DEL REGOLAMENTO 2081 OCCASIONE DI RILANCIO DEL SISTEMA DELLE DOP

Confermata la fondatezza della normativa che ora apre ai prodotti dei Paesi terzi

Reggio Emilia, 21 marzo 2006 – Assicurare trasparenza dell'informazione ai consumatori sull'origine degli alimenti, con particolare riferimento a quelli di provenienza extracomunitaria, che devono presentare le stesse garanzie di sicurezza alimentare di quelli europei: questo l’obiettivo della nuova normativa europea sulle denominazioni d’origine (Dop) e le indicazioni geografiche (Igp) approvata ieri dal Consiglio dei ministri dell'agricoltura dell'Unione Europea.
“Il Regolamento 2081/92 – ha dichiarato Leo Bertozzi, direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano – ha avuto un grande successo: sono infatti oltre 700 i prodotti riconosciuti come Indicazione Geografica nell'Unione Europea. Anche la risposta del panel WTO alle critiche avanzate da Stati Uniti e Australia dimostrano la fondatezza di questa normativa, che adesso potrà permettere anche ai prodotti dei Paesi terzi di essere riconosciuti in Europa”.
“Il Consorzio del Parmigiano Reggiano – ha proseguito Bertozzi – ha seguito con molta attenzione l'evoluzione della sua modifica, sia presso la Commissione che presso il Parlamento Europeo. La riforma del Regolamento 2081 stimola anche il consolidamento del sistema di tutela delle Indicazioni Geografiche in Italia ed é per questo che stiamo operando con gli altri consorzi di tutela dei prodotti Dop e Igp italiani, in quanto nel nostro Paese si registrano i maggiori interessi di natura economica, tradizione produttiva e patrimonio storico di questo settore”.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette