• 2007

BATTURA ALL’ASTA PER BENEFICENZA FORMA DI PARMIGIANO REGGIANO DI 14 ANNI

3.000 euro il ricavato. Il Consorzio ne aggiunge altrettanti per il Gaslini di Genova

Reggio Emilia, 24 settembre 2007 - È stata battuta all’asta per 3.000 euro alla rassegna “Cheese” di Bra la forma prodotta 14 anni fa (il 4 settembre 1993) nel caseificio CVPARR di Coviolo (Reggio Emilia) con latte di vacca rossa reggiana. Ad aggiudicarsela è stato Massimiliano Carpanese, titolare del negozio Parma Menù di Fidenza, che si è battuto affinché – come ha spiegato – questo pezzo unico rimanesse nel territorio d’origine.
Un modo – ha aggiunto – anche per celebrare il 14° anniversario dell’apertura dell’esercizio di cui è titolare e per sostenere lo scopo benefico dell’iniziativa promossa dal Consorzio del Parmigiano Reggiano e da Slow Food.
Il Consorzio – rappresentato dal direttore Leo Bertozzi – ha a sua volta raddoppiato il valore della forma, portando così a 6.000 euro la cifra destinata all’ospedale pediatrico Gaslini di Genova.
“Quella del nostro formaggio – ha detto Bertozzi – è una storia scritta dagli uomini, dalla loro sapienza, dalla fedeltà a tradizioni che si perpetuano da secoli; anche con questa iniziativa abbiamo dunque voluto sottolinearlo esplicitamente, facendo di un pezzo di questa storia uno strumento di solidarietà fra persone”.
La partecipazione del Consorzio al “Cheese” di Bra è stata segnata quest’anno dalla presentazione delle diverse caratteristiche del Parmigiano Reggiano in funzione della collocazione dei caseifici, delle diverse razze di vacche dalle quali è ottenuto il latte per la caseificazione e, soprattutto, della stagionatura, con degustazioni guidate che si sono protratte per quattro giorni nello spazio espositivo della Regione Emilia Romagna.
Un impegno – ha detto Bertozzi - che rispecchia il lavoro che il Consorzio sta sostenendo per affermare la pratica dell’apposizione di appositi bollini di stagionatura che identificano tre fasce di maturazione, alle quali, ovviamente, si associano caratteristiche diverse sia in termini nutrizionali che di gusto: bollino aragosta per il Parmigiano Reggiano con oltre 18 mesi di stagionatura, bollino argento per il formaggio stagionato oltre 22 mesi e bollino oro per il prodotto con oltre 30 mesi di stagionatura. Uno strumento importante – ha concluso Bertozzi – per aiutare con nuove e precise informazioni i consumatori.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette