• 2007

PROMOZIONE DEL PARMIGIANO REGGIANO: FACCIA A FACCIA CON REGIONE E PROVINCE

Reggio Emilia, 27 febbraio 2007 - Alla vigilia del varo programma regionale di sviluppo rurale della Regione Emilia-Romagna, importante "faccia a faccia", nella sede del Consorzio del Parmigiano Reggiano, tra i vertici dell'ente di tutela, l'assessore regionale all'Agriicoltura, Tiberio Rabboni, gli assessorati delle province del comprensorio e i rappresentanti delle organizzazioni del settore.
Il confronto ha riguardato le politiche di valorizzazione del Parmigiano Reggiano, ed in particolare le progettualità riguardanti l'utilizzo dei fondi regionali disponibili per costruire interventi strategici e per incrociare meglio le azioni del Consorzio per la valorizzazione del Parmigiano Reggiano (ad esempio le fasce di stagionatura, l'azione sui mercati) con le strategie di Regione e Province, unitamente ad associazioni ed organizzazioni professionali e cooperative.
Ad una più forte azione promozionale sui mercati - è stato detto - si legano gli impegni del Consorzio, che pur non potendo interferire con le autonome scelte delle imprese sul mercato, sempre più intende costruire condizioni ottimali di relazione tra domanda ed offerta per consentire agli operatori di muoversi con maggiori certezze.
Per il Consorzio questo significherà proseguire ed intensificare le azioni di comunicazione coordinata, quelle orientate all'incremento delle vendite dirette con le azioni di marketing territoriale, nonché le iniziative rivolte alla distribuzione organizzata e ai consumatori.
Con la nascita dei bollini che identificano le tre diverse fasce di stagionatura (oltre i 18 mesi, i 22 e i 30 mesi) - hanno detto i dirigenti del Consorzio - è stato di fatto siglato un nuovo patto etico con i consumatori in modo da assicurare trasparenti informazioni a garanzia del prodotto.
Sui mercati esteri il consorzio agirà accompagnando le aziende per coordinare azioni, prodotto e logistica (i mercati dove è più significativa la presenza del Parmigiano Reggiano sono quelli di Francia, Spagna e Regno Unito), mentre sul mercato interno l'obiettivo è quello di far crescere stabilmente la domanda tra l'1 e il 2% (i consumi domestici sono saliti del 2,1% nei primi otto mesi del 2006-n.d.r.).
"Un incontro importante - ha detto al termine dei lavori il presidente del Consorzio, Giuseppe Alai - puntuale sui problemi, nel quale si sono affrontate anche le diverse condizioni di sviluppo strategico della produzione e del settore, attorno alle quali abbiamo riscontrato la disponibilità concreta, da parte delle organizzazioni, a collaborare a pieno titolo. Un motivo di soddisfazione e, al tempo stesso, un incentivo in più ad accelerare i progetti in corso".

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette