• 2012

Reggio Emilia

Il Parmigiano-Reggiano a "Le 100 mani di questa terra"

Il Consorzio partecipa al convegno ed alla cena evento dell’Associazione Chef To Chef all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR)

Reggio Emilia, 30 marzo 2012 - Creare un solido rapporto tra i diversi attori che operano nel mondo dell’agroalimentare e sviluppare una cultura del cibo che abbia l'identità del territorio. Questo l'obiettivo che si è data l'Associazione Chef To Chef Emilia Romagna nel realizzare “Le 100 mani di questa terra”, che lunedì 2 aprile 2012 vedrà riuniti per la prima volta, all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), gli chef (il meglio della regione), i sommelier e i maître appartenenti all’associazione in un evento che viene sostenuto dal Consorzio del Parmigiano-Reggiano.

Si inizierà con un convegno dove l'associazione, con il contributo sia di produttori e sia di chi riflette sulla cultura dell'alimentazione, dalle 10 alle 17 discuterà di temi che vedono la centralità e il ruolo della ristorazione in tutti i suoi aspetti – Raccontare, Imparare, Scoprire, Cucinare, Bere, Innovare, Accogliere, Cooperare - con brevi incontri, dove il confronto tra i luminari della tavola è scandito da un’inesorabile clessidra che regola i tempi degli interventi. Il presidente del Consorzio Giuseppe Alai interverrà insieme a Tiberio Rabboni, Assessore all'Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, e a Massimo Spigaroli, chef e padrone di casa dell''Antica Corte Pallavicina. Si confronteranno sul tema "Cooperare" appena prima delle conclusioni affidate al Ministro delle Politiche Agricole, Mario Catania. In un’area dedicata, artigiani, contadini, produttori di vino e consorzi racconteranno e proporranno in degustazione i loro prodotti. Sarà inoltre possibile assaporare i piccoli capolavori degli chef, che – attraverso questi ultimi – esprimeranno un pensiero del loro territorio.

Il logo

"Abbiamo iniziato questo percorso con L'Associazione Chef to Chef – ha dichiarato Giuseppe Alai, presidente del Consorzio – perché si tratta di cuochi e di operatori della ristorazione del nostro territorio e c'è quindi un legame diretto con il Parmigiano-Reggiano.  Va riconosciuto inoltre che gli chef, coi loro piatti, riescono a trasmettere emozioni e cultura, perché sono in grado di valorizzare al meglio i nostri prodotti che, nella loro preparazione, sono complessi; penso al Parmigiano-Reggiano, ma anche alla salumeria, ai vini ed agli Aceti Balsamici Tradizionali della nostra regione, c'è tutta una capacità di trasformazione di una materia prima, vi sono periodi di attesa, spesso lunghi, conoscenze che contraddistinguono una cultura produttiva, capacità creative e soprattutto espressioni del valore della qualità, che nasce dai campi, passa per le nostre trasformazioni ed arriva nei piatti interpretate da artisti del cibo, quali sono i nostri chef".

Alla fine della giornata, le 100 mani di questa terra si incroceranno per realizzare l’esclusiva cena dove i trenta cuochi di Chef to Chef, i loro sommelier e i loro maître, daranno il giusto valore, con le ricette, gli abbinamenti e il servizio, ai prodotti della loro regione.
Alla cena prenderanno parte soltanto sessanta selezionatissimi ospiti che siederanno tutti attorno ad un unico tavolo dove  anche il servizio di sala sarà ad opera dei maître e dei sommelier dei rispettivi ristoranti.

"E' una giornata dove si valorizzerà un sapere che non è statica archeologia ma è una realtà presente – continua Alaiè cibo per molti, e rappresenta un valore economico per migliaia di famiglie e quindi, insieme al valore salutistico ed alla sicurezza alimentare, assume un evidente valore etico. Grazie ai consumatori, ai cuochi e ristoratori ed al loro modo di interpretare l'alimentazione, affrontiamo una riflessione e un percorso affascinante".
 
Espressione del più raffinato e caratteristico pensiero culinario dell’Emilia Romagna, i trenta chef di Emilia Romagna presenti all’iniziativa sono Riccardo Agostini, Franco Aliberti, Andrea e Stefano Bartolini, Alberto Bettini, Massimo Bottura, Vincenzo Cammerucci, Marco Cavallucci, Umberto Cavina, Filippo Chiappini Dattilo, Silverio Cineri, Stefano Ciotti, Igles Corelli, Marco Dalla Bona, Gianni D’amato, Pier Luigi Di Diego, Alberto Faccani, Marcello Leoni, Raffaele Liuzzi, Valentino Marcattilii,  Isa Mazzocchi, Aurora Mazzucchelli, Pier Giorgio Parini, Massimiliano Poggi, Gian Paolo Raschi, Daniele Repetti, Giuliana Saragoni, Maria Grazia Soncini, Massimo Spigaroli, Paolo Teverini, Luigi Sartini.

In allegato il programma di "Le 100 mani di questa terra" scaricabile in pdf

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette

Allegati