• 2012

"Il Palio del Re" una battaglia a colpi di gusto

Al caseificio dell’Antica Fattoria di Ugo e Bruno Scalabrini di Bibbiano la prima edizione della sfida di qualità tra alcuni caseifici aziendali delle province del Parmigiano Reggiano

Reggio Emilia, 16 aprile 2012 - Si è svolta domenica 15 aprile una battaglia a colpi di gusto che hanno visto come protagonisti cinque caseifici aziendali (uno per ciascuna provincia del comprensorio di produzione) nell’ambito della prima edizione de “Il Palio del Re”, che si è tenuta negli studi di Telereggio, che è andata in onda in diretta nell’ambito della trasmissione televisiva “Domenica con Voi” e che ha visto prevalere il caseificio dell’Antica Fattoria di Ugo e Bruno Scalabrini di Bibbiano.

L’iniziativa è stata organizzata dall’APR (l’associazione degli Assaggiatori Parmigiano Reggiano) e dalla sezione reggiana del Consorzio: “ai consumatori – ha spiegato il presidente sezionale Graziano Salsiabbiamo voluto mostrare non solo il tradizionale taglio a coltello delle forme, ma soprattutto far percepire quante e quali siano gli elementi che differenziano ogni forma di Parmigiano Reggiano, frutto di un lavoro artigianale e di un legame con il territorio che si traduce ogni volta in un gusto impossibile da standardizzare”.

I caseifici in gara hanno proposto una forma di 24 mesi (la produzione è dell’aprile 2010), che è stata aperta a coltello sotto gli occhi di una giuria. Alla presenza degli esponenti delle cinque sezioni consortili e dell’assessore al Parmigiano Reggiano di Bibbiano, Umberto Beltrami,  ogni caseificio, con l’operazione monitorata dalla segretaria della sezione reggiana, Loretta Domenichini, e dall’espertizzatore del Consorzio, Renato Giudici, ha aperto la forma a coltello; da ognuna è stata poi prelevata e consegnata alla giuria – presieduta dal prof. Mario Zannoni dell'Organismo Controllo Qualità Produzioni Regolamentate e responsabile del sistema di analisi sensoriale dell'Apr – una punta da 1 chilo  in forma anonima. Interviste e servizi hanno riguardato i caseifici in gara, il territorio di produzione e, a beneficio dei consumatori, i criteri di valutazione che possono guidare alla miglior scelta e degustazione del Parmigiano Reggiano Reggiano.

Al termine della valutazione, la giuria ha proclamato vincitore il caseificio dell’Antica Fattoria di Ugo e Bruno Scalabrini di Bibbiano, in provincia di Reggio Emilia. Tutti gli altri caseifici, anch'essi caseifici aziendali – il Caseificio dell’azienda agricola Verderi Michele di Busseto (PR), la società agricola Montorsi di Lino Balzarini di Modena, la società “Natura Agricola” dei F.lli Barbieri di Moglia (MN) e il caseificio “S. Angelo” di Dante Carretti & c di San Giovanni in Persiceto (BO) – sono stati proclamati tutti ex equo al secondo posto.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette