• 2012

Il Parmigiano Reggiano alla Stramilano

Ricco di energia e elementi nutritivi per chi fa sport, il Parmigiano Reggiano è sponsor del campione olimpico Giuliano Razzoli e delle fortissime ragazze italiane della Fed Cup; ora è il momento della stracittadina più importante d’Italia.

Milano, 7 marzo 2012“Siamo di fronte ad un evento straordinario in cui si associano sport, divertimento, agonismo, rispetto dell’ambiente, relazioni tra persone e solidarietà: parliamo, in sostanza, di un benessere inteso nella più ampia accezione del termine, e proprio per questo abbiamo scelto di essere ancora una volta a fianco degli organizzatori della “Stramilano” e di una intera città”. Giuseppe Alai, presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, sottolinea così le ragioni che hanno portato l’Ente di tutela ad assicurare per il terzo anno consecutivo il proprio sostegno alla manifestazione podistica stracittadina più importante d’Italia, in programma il 25 marzo, in qualità di sponsor principale (major sponsor).

Stramilano 2012

“Il Consorzio – prosegue Alaisostiene da molti anni grandi eventi sportivi (e nel carnet figurano anche le Olimpiadi di Pechino, le Olimpiadi invernali di Vancouver, diverse edizioni del Giro d’Italia, i Giochi del Mediterraneo) e alcuni esponenti d’eccellenza dello sport italiano (oggi è tra l’altro sponsor del campione olimpico di slalom speciale, Giuliano Razzoli, e della squadra nazionale femminile di tennis, che sta ottenendo ottimi risultati alla Fed Cup, già vinta due volte), ma analogamente sostiene altre attività che hanno un alto valore aggregativo e si legano alla pratica sportiva in modi accessibili a tutti. Proprio in questo alveo si colloca ed ha un assoluto primato la “Stramilano”, una manifestazione che coinvolge oltre 50.000 persone in prestazioni sia per amatori e famiglie, sia per atleti agonisti nelle mezza maratona”“Questo impegno – osserva Alairiafferma dunque la nostra volontà di continuare a lavorare a favore della diffusione della pratica sportiva ad ogni livello e ad ogni età, considerandola uno dei grandi fattori di quel benessere psicofisico al cui raggiungimento anche il Parmigiano Reggiano concorre con un ruolo primario”.

Si tratta infatti – spiega il Consorzio di tutela – di un prodotto assolutamente naturale, altamente digeribile (e per questo indicato anche nella pratica sportiva, in quanto non sovraffatica le funzioni digestive ed è particolarmente ricco di energia), ricchissimo di calcio facilmente assimilabile (e per questo indicato nell’alimentazione di giovani e anziani per la formazione dell’apparato scheletrico e la tutela da patologie quali l’osteoporosi) e caratterizzato dall’importante presenza di vitamine ed oligoelementi idonei proprio a favorire un generale benessere.

“I valori di coesione, rispetto dell’altro, spirito di sacrificio, tutela dell’ambiente che uniscono i 383 caseifici artigianali e i circa 3.500 allevamenti che fanno parte della filiera produttiva del Parmigiano Reggiano – conclude il presidente Alaitrovano peraltro tante altre assonanze nella “Stramilano”, dove si associano sport e festa, competizione e condivisione”. Il Consorzio sarà presente per tutto il periodo di permanenza degli sponsor con uno stand all’interno del “Centro Stramilano”, cuore della manifestazione, che si trova nel bel mezzo di Piazza del Duomo. Inoltre, grazie al coinvolgimento del Latteria Sociale S. Giorgio di Casina (Reggio Emilia), un produttore dell'Appennino reggiano che sarà presente nello stand del Consorzio, dal 17 al 25 marzo sarà possibile acquistare direttamente Parmigiano Reggiano.

Le principali caratteristiche del Parmigiano Reggiano:

  • è prodotto nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova (destra Po), Bologna (sinistra Reno);
  • le bovine sono alimentate secondo un rigido disciplinare che impone l’uso prevalente dei foraggi locali e proibisce l’impiego di foraggi fermentati;
  • è prodotto in modo artigianale e completamente naturale con latte crudo, caglio, sale e senza l’uso di alcun additivo e conservante;
  • viene stagionato per un periodo minimo fino a 12 mesi ma mediamente viene stagionato fino a 2 anni ed anche oltre;
  • questa lunga stagionatura favorisce la piena manifestazione degli aromi e dei profumi e conferisce alla struttura della pasta le tipiche caratteristiche di friabilità, granulosità e solubilità e migliora la digeribilità delle proteine;
  • è ricco in proteine e amino acidi liberi, in calcio altamente assimilabile (combatte l’osteoporosi, soprattutto se assunto in giovane età), di sali minerali e vitamine.
Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette