• 2013

Il Parmigiano Reggiano a Gusto in Scena 2013

Il formaggio simbolo nel mondo del buon cibo italiano si presenta alla rassegna gastronomica a Venezia dal 17 al 19 marzo

Reggio Emilia, 28 febbraio 2013 – Il fascino di una città magica come Venezia attrae il formaggio che porta da secoli la tradizione del buon cibo italiano nel mondo, il Parmigiano Reggiano. Così, il Consorzio del Parmigiano Reggiano partecipa come sponsor a Gusto in Scena 2013, la rassegna gastronomica che, dal 17 al 19 marzo prossimi, vedrà riunirsi molti famosissimi chef nell’illustre sede storica del Palazzo della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista della città lagunare.

Anche nell'edizione 2013 viene riconfermato il formato di successo delle precedenti edizioni: "Tre eventi in concomitanza": Chef in Concerto, il congresso di alta cucina, i Magnifici Vini di Mare Montagna Pianura e Collina, una selezione di vini italiani ed esteri, e Seduzioni di Gola dedicato alle eccellenze gastronomiche europee. Continua anche nel 2013 il "Fuori di Gusto", un fuori salone che coinvolge non solo una selezione di ristoranti e bacari, ma anche alcuni ristoranti dei più prestigiosi alberghi di Venezia in cui il Parmigiano Reggiano sarà presente.

Gusto in scena 2013

Il tema che sarà sviluppato quest'anno continua il filone della riflessione sul connubio gusto e salute in cucina. Dopo che nel 2012 è stato affrontato un tema interessante (Cucinare con e senza sale), in questa edizione il tema si presenta particolarmente stimolante: Cucinare CON... cucinare SENZA... Zucchero.

E su questo tema il Parmigiano Reggiano avrà da dire una sua parola originale. "I produttori sono sempre orgogliosi di sottolineare – dichiara Giuseppe Alai, presidente del Consorzio – che il loro formaggio è fatto con tre ingredienti: latte, caglio e sale. Niente altro, cioè niente additivi e conservanti. Aspetto questo centrale, poiché tutto quello che avviene nel formaggio in termini di evoluzione della struttura, del gusto e dell'aroma è frutto della natura, cioè di quei batteri lattici autoctoni che si naturalmente trovano nel latte e la cui azione non è minimamente modificata dall'aggiunta di qualsiasi additivo, neanche da innesti batterici preparati in laboratorio".

In questo quadro, è da sottolineare come, durante il processo di  stagionatura, il Parmigiano Reggiano trovi e mantenga un perfetto equilibrio tra note dolci e salate. Questa complementarietà di sapori è da valorizzare, in quanto il Parmigiano Reggiano è da considerare non solo come insaporitore o ingrediente di piatti salati, ma anche in abbinamento a mostarde, frutta e composte.

Parmigiano Reggiano nei dolci? Si grazie! Molti chef hanno sperimentato con successo l’utilizzo del Re dei formaggi nei dessert. Una prova tangibile viene dal successo dell’iniziativa “Il Gelato nel piatto” che vede un gran numero di chef impegnati nel proporre preparazioni tipicamente dolci, come il gelato, rivisitate con ingredienti tradizionalmente più legati al mondo salato. Ecco allora gelati, bon bon, panna cotta, budini al Parmigiano Reggiano che lasciano piacevolmente stupiti i commensali che si avvicinano per la prima volta a queste preparazioni. In questo contesto il Parmigiano Reggiano si pone perfettamente in linea con gli argomenti che caratterizzano Gusto in Scena volti a una cucina sana e coerente con i corretti aspetti nutrizionali di cui ognuno di noi necessita. 

Anche per offrire un approfondimento della varia gamma della struttura e degli aromi nel corso della stagionatura, il Consorzio presenterà a Gusto in Scena le varie stagionature, di 12, 24 e 36 mesi, che consentono ai cuochi vari utilizzi e valorizzazioni, a seconda delle preparazioni e degli obiettivi.

Le principali caratteristiche del Parmigiano Reggiano:

  • è prodotto nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova (destra Po), Bologna (sinistra Reno);
  • le bovine sono alimentate secondo un rigido disciplinare che impone l’uso prevalente dei foraggi locali e proibisce l’impiego di foraggi fermentati;
  • è prodotto in modo artigianale e completamente naturale con latte crudo, caglio, sale e senza l’uso di alcun additivo e conservante;
  • viene stagionato per un periodo minimo fino a 12 mesi ma mediamente viene stagionato fino a 2 anni ed anche oltre;
  • questa lunga stagionatura favorisce la piena manifestazione degli aromi e dei profumi e conferisce alla struttura della pasta le tipiche caratteristiche di friabilità, granulosità e solubilità e migliora la digeribilità delle proteine;
  • il Parmigiano Reggiano contiene solo il 30% di acqua e ben il 70% di nutritive;
  • così è ricco in proteine (32%) e amino acidi liberi, facilmente digeribili;
  • è ricco in calcio, anch'esso altamente assimilabile (combatte l’osteoporosi, soprattutto se assunto in giovane età), in sali minerali e vitamine;
  • è privo di lattosio (lactose free).

Il Parmigiano Reggiano è così un piacere per il palato, ad alta digeribilità, nemico delle intolleranze e attento alla linea! Il Parmigiano Reggiano è un perfetto alleato per la salute e il benessere psicofisico, qualità in linea con il tema di Gusto in Scena di quest'anno. Ricco di sostanze nutritive è indispensabile per la crescita dei bimbi, per la salute degli adolescenti e degli anziani e per fornire energia pronta all'uso!

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette